Tipologie di tagliaerba

Sul mercato sono presenti tanti tipi di tagliaerba, ciascuno con i relativi aspetti positivi e negativi, e ciascuno con  differenti caratteristiche capaci di poter rendere un dato apparecchio più o meno indicato per le proprie esigenze.

I tagliaerba manuali.

Tra i modelli in commercio, il più vecchio è il tagliaerba manuale che rispetto i nuovi macchinari, meno faticosi, che permettono di prendersi cura del proprio prato oppure giardino in poco tempo, presentano costi piuttosto ridotti ed una manutenzione essenziale, si tratta di un tipo ecologico  che non consuma ne carburante ne energia, ed è piuttosto silenzioso. Inoltre il tagliaerba manuale è facile da poter trasportare, ma come punto di debolezza, non potrà contare sulla forza di un motore, dunque è adoperabile soltanto per giardini di dimensioni piccole che non ecceda i 250 metri quadrati. Per poter invece tagliare l’erba di spazi maggiormente estesi, non rappresenta una soluzione ideale, come non è adatto per tagliare erba alta oppure in presenza di pietre, o magari in caso di pendenza del terreno, in quanto si potrebbero danneggiare le lame. Fra i vari modelli di tagliaerba manuale, quelli tradizionali, a lama rotante, sono quelli maggiormente diffusi, perché pratici ed agevoli nell’utilizzo pure a livello hobbistico, presentano un costo contenuto, però rischiano di sfrangiare e danneggiarel’erba. Sul sito www.guidatagliaerba.it tanti utili informazioni.

Gli apparecchi che sono più moderni che fanno parte di tale categoria di tagliaerba, si caratterizzano di lame elicoidali, ovvero direttamente collegate al movimento delle ruote: la spinta manuale, in tal senso è semplice ma pure confortevole, così da rendere lo sforzo fisico minimo, e l’apparecchio  potrà essere alla portata di tutti. Appartiene ad una fascia di prezzo medio-alta, il tagliaerba elicoidale che assicura un taglio pulito ed anche preciso, capace di evitare punte secche oppure ingiallite e steli rovinati, andando a garantire così un prato omogeneo ed anche piacevole alla vista. Un’ unica attenzione che merita è quella di dover controllare che l’erba non vada a raggiungere altezze elevate, ostacolo alle operazioni di rasatura. Invece, risulta essere piuttosto semplice e minima la manutenzione, in seguito all’utilizzo, il dispositivo dovrà essere pulito in modo accurato, con un forte getto di acqua corrente.

Successivamente si dovranno lubrificare gli ingranaggi e le ruote, con uno specifico olio, così da poter migliorare la trasportabilità del tagliaerba, evitando di trascurare l’affilatura regolare delle lame, per una ideale rasatura del proprio spazio verde.Individuato il tagliaerba manuale come l’apparecchio maggiormente consono alle proprie necessità, sarà opportuno poter considerare date caratteristiche, di aiuto per poter veicolare meglio il proprio acquisto.