Tagliasiepi: da scegliere con cura

Avere un giardino bello e in ordine: lo avevi desiderato da sempre ma non avevi mai avuto tempo ed energie; ora ti sei deciso e vai a vedere per cercare e comprare tutto quello che ti serve. A partire ovviamente da un tagliasiepi.

Fai bene a documentarti, informarti anche online e per questo ti consigliamo di leggere il sito miglioretagliasiepi dove troverai molte informazioni utili a muoverti nel mondo dei potasiepi anche perché non esiste il migliore strumento in assoluto ma quello che risponde alle esigenze del tuo giardino.

 

Intanto però prendi nota di qualche informazione su cosa sono e le precauzioni da adottare con questi strumenti.

Un tagliasiepi viene usato quando si devono effettuare manutenzioni degli spazi verdi, piccoli o grandi; in pratica serve a tagliare non solo le siepi riordinandole ma anche a tagliare i rami in eccesso; ed è in base alle dimensioni di questo spazio verde che dovrai scegliere fra una delle tre tipologie di tagliasiepi: a batteria, a cavo e a motore.

Ma dovrai considerare anche come scegliere e usare una lama a dentatura doppia realizzata in acciaio per dare maggiore forza all’intervento, infine un’impugnatura collocata nella parte bassa dello strumento e soprattutto lontano dalla lama per sicurezza.

 

Occorre anche conoscere altre informazioni basilari per evitare errori e pericoli. Il motore qualsiasi sia, fa muovere un meccanismo che agisce sulla lama dentata e la fa andare avanti e indietro. Tanto più la lama è spessa e forte, quanto più riesce a tagliare i rametti delle siepi e quelli grandi delle piante.

Imparate però che il movimento del taglio procede dal basso all’alto o da destra a sinistra per un taglio verticale oppure orizzontale. E l’impugnatura va sempre presa con entrambi le mani usando una schermatura per evitare pericoli.

 

Un consiglio importante: indossate sempre occhiali protettivi, guanti resistenti al taglio, maglie a maniche lunghe e cuffie per proteggere le orecchie dal forte rumore del potasiepi a motore e a cavo. Quelli a batteria, invece, più adatti ad un uso hobbistico e per aree decisamente più piccole, sono anche molto più silenziosi.